A Perfect Day

A Perfect Day

Arte e Fotografia

A cura  De Lucia/Gariglio

Produzione  Perpetra

A perfect day

Choose Your Way - Nuria Pozas - LOS PURIFICADOS
A PERFECT DAY – Festival Internazionale di Fotografia di Roma 2008

24 fotografi interpretano la perfezione del quotidiano
Progetto artistico di “Los Purificados”
a cura di Armando De Lucia e Annalisa Gariglio
PERIODO: 2-31 MAGGIO 2008
LUOGO: LIBRERIA FELTRINELLI di piazza Colonna, 31 “A perfect day, AM”
LIBRERIA FELTRINELLI di viale Libia, 186 “A perfect day, PM”
Curatori:
Armando De Lucia. (Caserta, 1971)
Annalisa Gariglio. (Torino, 1976)

Un giorno, interpretato da 24 fotografi. 48 ritratti di un quotidiano perfetto, attraversando ore,
luoghi e stati d’animo.
Il risveglio, il lavoro, il viaggio, il piacere, il cibo, l’odore del sesso, il gioco, il mercato, il lusso
dell’ozio, il sonno.
Il giorno perfetto che si racconta è l’adesività del reale: come carta adesiva, il reale riCOPRE e
plasma la perfezione sognata.
Puoi voltare lo sguardo, ma non puoi non vedere. La perfezione che si anela è l’assenza del
conflitto, ma lo sguardo del fotografo ne riconosce l’immanenza nel quotidiano. Contemporaneità
e storicismo convivono nella diversità stilistica e tecnica degli autori.
Lo sguardo non è inerte.
Lo sguardo racconta il tempo: un tempo presente e un tempo passato. Un tempo continuo e
condiviso (il tempo del lavoro e del convivio), ma anche un tempo interno e lontano, un tempo
inconscio, che si esplicita nella ricerca di allegorie che possano dare voce alle memorie
dell’infanzia.
Lo sguardo non interpreta, lo sguardo riflette. Lo sguardo abita lo spazio.

Los Purificados è una comunità di artisti indipendenti nata in Spagna nel 2007 per iniziativa della
fotografa asturiana Nuria Pozas ( www.nuriapozas.com ).
Il “collettivo” nasce come spazio di riflessione su cos’è l’ARTE oggi, se conta di più la parola del
critico e del gallerista rispetto al talento dell’artista, sull’accessibilità all’arte da parte del pubblico
e dei suoi creatori piuttosto che da una semplice visione condivisa su tecniche o linguaggi dell’arte.
Questa riflessione è sintetizzata nel nome esteso del collettivo : LOS PURIFICADOS – no lo tocaran
sino los purificados.
La frase, che fa riferimento a un versetto del Corano ( 75 -78: ”In verità, lo giuro per il tramonto
delle stelle – e questo è un solenne giuramento – che questo Corano è di Verità, sacro, – ed è scritto
in un Testo nascosto, – e solo chi è puro può toccarlo” ), gioca proprio sul tema del CHI può
accedere all’arte.
Con un ribaltamento di prospettiva, il problema dell’accessibilità non è solo dell’artista, ma anche
del pubblico. Su questa scia, l’azione artistica per antonomasia è portare l’arte al pubblico, e non il
pubblico all’arte: cambiare ed innovare il concetto della fruizione.

Santiago di Compostela, Spagna – maggio 2007: “Debutto situazionista: proiezione in finestra”.
Nel cuore di Santiago di Compostela irrompono Los Purificados con la proiezione video “in finestra”: il palazzo più antico della città prende vita con le immagini richiamando una folla di pubblico stupito.
Galizia, Spagna – novembre 2007: Festival “Outono fotografico” – Esposizione collettiva
Valencia, Spagna – marzo 2008: “Infrastrutture emergenti” – Esposizione collettiva