La Cocciutaggine

La Cocciutaggine

In ScenaProduzioni

LA COCCIUTAGGINE

La Cocciutagine

Associazione Culturale 15 LUNE

Con il patrocinio di
Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico

presenta

LA COCCIUTAGGINE
Di Rafael Spregelburd

Regia di Dante Antonelli

Officine Fondazione Varrone – Ex Chiesa San Giorgio
Ric – Rieti Invasioni Creative
29 luglio 2013
ore 21

L’ultimo vizio capitale di Rafael Spregelburd (drammaturgo argentino di fama internazionale) è ambientato durante la Guerra Civile spagnola del 1939. Lo scocco delle “cinco de la tarde” segna l’inizio di questo atto agito nella stanza di Alfonsa, la figlia malaticcia: un gruppo “di innocui fascisti” che non nominano mai violenza e sterminio, immersi in un’atmosfera tesa e paranoica, si muovono in uno spazio temporale ossessivamente ripetitivo, come fantasmi condannati. Una figlia nevrastenica, le cui visioni non del tutto oniriche svelano scheletri nascosti negli armadi della tenuta e il sogno di una lingua universale e democratica, che tradisce un pensiero livellatore e globalizzante, scandiscono il tempo di questa tragedia grottesca.

Antonelli sceglie [...] per gli interpreti una recitazione sul filo del grottesco, ma equilibrata, ritmica e incisiva che finisce per coinvolgere e coincidere col carattere del testo, rivelandone il senso, sino al nero finale a sorpresa

Paolo Petroni, Corriere della Sera, 19 luglio 2013

Rafael Spregelburd ci ha ricordato come è facile giocare al teatro senza rinunciare alla profondità civile e umana del messaggio di cui ci facciamo portatori. Ci ha stimolato nella direzione di una scena aperta e libera e in dialogo col pubblico partecipante. Una riflessione anarchica sull’ostinazione dell’uomo nel contesto di una guerra civile storica in cui le ideologie si sono sfidate sulla scena di un mondo che si globalizzava già. Ucciso il futuro, l’uomo resta solo un sopravvissuto, ferito.

Dante Antonelli